James Harden interrompe l’epica corsa del quarto trimestre che ha rubato la vittoria a Sixers vs. Jazz

Dopo aver ottenuto un vantaggio di 20 punti, i Philadelphia 76ers sembravano voler permettere agli Utah Jazz di scappare alla fine con la vittoria. James Harden aveva altri piani, tuttavia, poiché ha fornito un punteggio tanto necessario nel quarto quarto per mantenere i Sixers in vantaggio e ottenere una vittoria cruciale su strada.

Harden ha segnato 16 punti consecutivi per i Sixers nel frame finale per evitare una squadra Jazz con tonnellate di slancio. I Sixers hanno ottenuto una vittoria di un punto mentre Harden ha chiuso la serata con 31 punti e 11 assist.

“Ho visto opportunità”, ha detto Harden quando gli è stato chiesto della sua acquisizione a fine partita. Ha notato che i Sixers, dopo aver vinto il primo quarto 41 a 24, hanno perso i due quarti successivi, il che significava che doveva rimanere aggressivo.

“Stavano cambiando”, ha detto il generale di sala dei Sixers della difesa dello Utah. “Sono diventati piccoli con [Jarred] Vanderbilt ai cinque, quindi hanno iniziato a cambiare molto di più. Mi ha dato l’opportunità di scattare. È qualcosa su cui lavoro ogni singolo giorno – ci ho lavorato stamattina. Quindi, è stata solo un’opportunità per me di rialzarmi, l’ho fatto, ho fatto cadere un paio e l’ha aperto per tutto il resto.

Con Joel Embiid che ha avuto una prestazione buona ma non eccezionale e Tyrese Maxey che fatica a segnare all’interno dell’arco, James Harden ha dimostrato di essere la differenza per i Sixers. Il suo tiro rovente ha salvato Filadelfia dal prendere un enorme vantaggio dopo una deludente sconfitta contro l’Oklahoma City Thunder.

Tyrese Maxey dei Sixers emerge come forte candidato per Most Improved Player

Anche se i Philadelphia 76ers[canotte basket Philadelphia 76ers poco prezzo] si trovano dalla parte sbagliata di una serie di sconfitte in questo momento, c’è un luccicante positivo del loro recente allungamento: la guardia del secondo anno Tyrese Maxey continua a prosperare nel suo ruolo ampliato.

Il capo allenatore dei Sixers Doc Rivers ha dato a Maxey una grande sfida per quest’anno, e ha iniziato ad ambientarsi bene. Riempire il vuoto lasciato da Ben Simmons non è un compito da poco, ma Maxey ha fatto un lavoro straordinario addolcendo il colpo di essere senza l’ex scelta numero uno.

Ci sono stati alcuni dolori di crescita all’inizio, ma Maxey sembra più a suo agio come playmaker ad ogni gioco di passaggio. Lo stiamo guardando sbocciare lentamente davanti ai nostri occhi. Vedendo come è riuscito a migliorare il suo gioco giocando con parsimonia la scorsa stagione, non sorprende che sia cresciuto rapidamente da quando ha giocato di più a tempo pieno.

A causa dell’aumento del tempo di gioco, Maxey sta registrando i massimi in carriera su tutta la linea per i Sixers. I suoi 17,6 punti, 3,6 rimbalzi e 4,6 assist sono più del doppio delle sue medie della sua stagione da rookie. Con questo drastico aumento della produzione, c’è da chiedersi se l’ex scelta del primo round si troverà nella mischia per il giocatore più migliorato. Potrebbe non essere il favorito, ma fa parte della conversazione dopo queste prime 14 partite della stagione 2021-22.

Alcuni potrebbero provare a screditare il caso di Maxey dicendo che il suo salto statistico è dovuto a un grande aumento dei minuti. Anche se giocare è sicuramente un catalizzatore, ci sono state due aree chiave in cui Maxey ha mostrato grandi miglioramenti.

Rivers avrebbe potuto dare a Maxey le redini del playmaker, ma era più per necessità. Entrando in campionato, è stato etichettato più come una guardia che segna che come un generale. Questo non ha impedito a Maxey di aggiungere una nuova dimensione al suo gioco.

Ci sono stati alcuni problemi di turnover all’inizio, ma Maxey sta iniziando a sembrare un vero playmaker. Nelle ultime cinque partite ha erogato 25 assist e commesso solo quattro palle perse. Maxey attualmente ha un rapporto assist-to-turnover di 3:1, non male per un giocatore che sta ancora trovando la sua strada come facilitatore.

Un altro difetto nel gioco di Maxey che si dirige verso l’NBA è stato il suo tiro dall’esterno. Durante la sua solitaria stagione al Kentucky, la giovane guardia ha sparato sotto il 30% da oltre l’arco. Una bassa percentuale mista a meccaniche che necessitavano di aggiustamenti ha giocato un ruolo in lui che scivolava nella notte del draft.

Vedendo il modo in cui tira la palla ora, non crederesti che il suo tiro sia stato un punto debole. Non solo le sue meccaniche di tiro sono molto più fluide, ma Maxey si connette anche a 3 ad alta velocità. Dopo aver tirato il 30,1% dalla profondità da principiante, ora sta tirando un impressionante 41,3% su poco più di tre tentativi a partita.negozio canotte basket poco prezzo

Maxey ha stabilito la reputazione di un topo da palestra quasi istantaneamente e i risultati del suo instancabile lavoro sono stati in mostra in questa stagione. C’è ancora molta strada da fare, ma il giovane dei Sixers ha sicuramente la possibilità di essere nella mischia per il suo primo riconoscimento da professionista.