Gary Payton II dei Warriors è stato escluso per il resto di Gara 2 dopo il flagrante fallo di Dillon Brooks dei Grizzlies

Pochi minuti dopo la seconda partita della serie di semifinali della Western Conference dei Golden State Warriors contro i Memphis Grizzlies, la guardia dei Warriors Gary Payton II è stata colpita duramente alla nuca dall’attaccante dei Golden State Warriors Grizzlies, Dillon Brooks. Dopo che il fallo è stato esaminato, è stato aggiornato a Flagrant 2, con il risultato che Brooks è stato espulso dal gioco.

Tuttavia, per quanto duro sia stato il colpo alla testa, alla fine non è stato quello il problema per la giovane guardia dei Warriors. Quando ha toccato terra, sembrava aver colpito molto forte il gomito in campo.

Payton II ha dovuto sottoporsi a raggi X sul gomito sinistro e da allora è stato escluso per il resto della gara 2, secondo Shams Charania di The Athletic.

In sua assenza, la stella nascente Jordan Poole ha giocato lunghi minuti dalla panchina per i Warriors. Ma il resto della panchina dei Warriors non ha giocato molto martedì sera. Ciò ha lasciato Stephen Curry, Klay Thompson e Draymond Green a giocare minuti pesanti. Green è tornato alla fine del secondo quarto dopo essersi insanguinato dopo aver preso una gomitata dal centro dei Grizzlies Xavier Tillman. Mentre si dirigeva verso gli spogliatoi, l’attaccante dei Warriors ha fatto una smorfia alla folla, rendendo nervosi i fan della NBA.

D’altra parte, l’assenza di Dillon Brooks dai Grizzlies ha influito anche sulla profondità di Memphis.

Alla fine del terzo quarto, la partita è in parità 77-77. Questa partita è stata una battaglia di logoramento, con entrambe le squadre che hanno giocato corto. Se Curry, Poole, Thompson e Green riusciranno a portare i Warriors alla vittoria, avranno un vantaggio di 2-0 nella serie contro Golden State.

Jonathan Kuminga lo mantiene reale nella stagione da rookie sulle montagne russe con Warriors

Le scelte della lotteria di solito hanno molte opportunità di commettere errori. Non è stato così per la scelta numero 7 del 2021 nel draft NBA Jonathan Kuminga. Il versatile debuttante ha giocato bene durante la sua prima stagione, ma ha anche faticato a trovare un posto fisso nella rotazione dei Golden State Warriors[canotte basket Golden State Warriors poco prezzo].

«Mi sento come se stessi andando bene per la maggior parte», ha detto Kuminga a ClutchPoints. “Ci sono giorni in cui avrò delle brutte partite. Ci sono giorni in cui non suonerò e molte persone si aspettano che inizi a migliorare, avendo la sensazione di suonare con tutti gli altri qui per il mio primo anno. Mi sento come se stessi andando bene per essere un principiante al Golden State.

I fan della Bay Area adorano il loro nuovo rookie. Ogni volta che fa check in una partita, la folla si illumina. È una TV da vedere ogni volta che è in campo. Se sbatti le palpebre, potresti perdere uno slam ad alta quota.

Steve Kerr è sicuro di interpretare Jonathan Kuminga in qualsiasi situazione, anche se non lo ha giocato molto in questa stagione. Poche settimane fa, l’allenatore dei Warriors ha detto che il rookie sarebbe stato ai playoff. Quindi il fatto che non giocasse grandi minuti ogni notte non poteva significare nulla.

Nelle ultime 10 partite, Kuminga ha segnato una media di 9,0 punti e 3,5 rimbalzi in 19,9 minuti di gioco.negozio canotte basket poco prezzo

Se l’adolescente potrà continuare a produrre, Kerr sarà costretto a interpretarlo nella postseason. Qualunque cosa faccia, Kuminga farà il possibile per rimanere pronto. Questo può essere molto utile per i Warriors lungo il tratto.

Nell’ultima apparizione di Kuminga ha segnato 17 punti e ha avuto cinque rimbalzi e quattro assist.

Klay Thompson ottiene buone notizie davanti al match-up warriors vs. Thunder

È stato un lungo viaggio per il Golden State Warriors Star Klay Thompson. Dopo due ferite alla fine della stagione, l’ex all-star sta iniziando a guardare e sentirsi di nuovo come se stesso. Ora, viene ricompensato dallo staff di formazione e dallo Steve Kerr per il duro lavoro che ha messo a raggiungere questo punto.

Prima prima del loro abbinamento contro il Thunder di Oklahoma City, è stato annunciato che è stato cancellato per giocare più minuti che ha giocato in questa stagione.

«Sta andando alla grande,» disse Kerr quando ha chiesto della progressione dei guerrieri Sharpshooter. «Possiamo urtarlo fino a 30 minuti stasera … Quindi, può essere in più delle nostre rotazioni e più di una rotazione impostata per se stesso. È appena migliorato e meglio e ha trovato il suo ritmo e tende in una buona direzione. »

Il tre volte campione sta venendo fuori dal suo miglior gioco della stagione contro il Sacramento Kings. Thompson ha segnato 23 punti su scatto 8-of-11 e aveva sette assist e cinque rimbalzi in 24 minuti. I guerrieri hanno facilmente vinto quel gioco 126-114 a casa.

Lo stato d’oro che estende i suoi minuti è una buona notizia. Significa che è sano e in grado di rampare le cose per la postseason. I dub sono contendenti, ma con un thompson sano, possono essere i preferiti sbilanciari. Tutto dipende dalla salute della squadra.

Nel frattempo, ogni piccola vittoria è qualcosa per i fan dei guerrieri per essere felici. Se la squadra può giocare a Thompson senza restrizioni, faranno una grande differenza che si avvicinava. Quel cambiamento non sta accadendo contro l’OKC, ma sarà presto.

Il messaggio di Klay Thompson prima del tanto atteso ritorno di Warriors dovrebbe spaventare l’NBA

Mancano solo pochi giorni al tanto atteso ritorno di Klay Thompson ai Golden State Warriors[canotte basket Golden State Warriors poco prezzo]. Si unirà nuovamente alla formazione titolare di un favorito del campionato.

Il riacclimarsi all’NBA è già abbastanza motivante, così come aiutare una squadra con legittime aspirazioni al campionato. Thompson ha ancora più materiale per alimentare il suo fuoco. Dopo essersi riabilitato per così tanto tempo, il cinque volte All-Star di Golden State vuole mostrare a tutti che è ancora uno dei migliori giocatori della lega. Stephen Curry capisce come Thompson sia motivato dalla sua situazione.

Per Nick Freidell di ESPN:

«Sono entusiasta di uscire e dimostrare alle persone chi sono», dice Thompson. “So che se ne sono dimenticati perché sono fuori da due anni, ma non sono mai stato così affamato di vedere quelle cose. Mai stato più affamato. E il modo migliore per vendicarsi è vincere. Sul serio.»

Questo è esattamente ciò su cui stanno puntando Curry e il resto dei Warriors – e questo è il messaggio che Splash Brother aveva per l’altro.

«È fuori dal suo controllo», ha detto Curry. “L’ha rapidamente trasformato nel tipo di situazione da carburante al fuoco. Ma è anche, per lui, essendo stato lontano dal gioco per così tanto tempo, è tipo: «La gente ha dimenticato quanto sono bravo». Quindi questa è la sua missione: ricorda alla gente. »

La fame di Thompson dovrebbe spaventare le squadre avversarie. Il ritorno di Thompson da parte dei Warriors aggiunge più potenza di fuoco a un attacco e una difesa fiorenti, che dovrebbero già essere abbastanza intimidatori. La motivazione che Thompson e i suoi compagni di squadra ottengono dai dubbiosi dà a Golden State un vantaggio ancora più grande.negozio canotte basket poco prezzo

Curry e Draymond Green riavere il terzo membro del trio di stelle dei Dubs darà a Golden State una grande possibilità di tornare alle finali NBA. Il secondo Splash Brother dei Warriors debutterà domenica in una partita casalinga contro i Cleveland Cavaliers.

Klay Thompson dei Warriors è più vicino a giocare con la mossa del roster di Golden State

I Golden State Warriors hanno fatto una grande mossa mercoledì con la guardia All-Star Klay Thompson e l’attaccante James Wiseman. I due giocatori erano stati precedentemente inviati ai Santa Ana Warriors, la squadra di G-League di Golden State. Ora stanno tornando.

La squadra ha richiamato le due stelle per unirsi al grande club, con il dipartimento PR dei Warriors che ha pubblicato la mossa su Twitter.

Thompson e Wiseman hanno riabilitato le gravi ferite subite in precedenza. Thompson ha strappato il suo ACL sinistro e Achille destro mentre Wiseman ha strappato il suo menisco destro e ha avuto un intervento chirurgico di successo per ripararlo.

Thompson e Wiseman stavano trascorrendo del tempo in campo con Santa Ana e sono stati richiamati un paio di settimane fa prima di essere rimandati indietro.

Molto è stato fatto sul potenziale ritorno di Thompson, ma Wiseman potrebbe essere ugualmente vantaggioso. I Warriors hanno scelto Wiseman secondo assoluto nel Draft NBA 2020 e sembrava essere all’altezza del draft prima di infortunarsi.

Nonostante non abbiano due dei migliori giocatori della squadra, i Warriors sono stati in lacrime per tutta la stagione. Entrando mercoledì sera, hanno il miglior record della NBA con 23-5. Stephen Curry sta vivendo una stagione da MVP, con una media di 27 punti, sei rimbalzi e sei assist a partita, realizzando più di cinque da tre punti.

Nonostante abbiano dominato il campionato in questa stagione, nel loro incontro solitario con i Phoenix Suns, l’altra squadra d’élite della Western Conference, i Warriors sono stati ampiamente superati.

Sarà interessante vedere come l’allenatore Steve Kerr deciderà di riportare le sue stelle all’ovile.

Notizie su Warriors: l’epica risposta di 4 parole di Stephen Curry alla domanda del tiratore GOAT dopo il leggendario traguardo

A questo punto, c’è ancora qualche dubbio su chi sia il più grande tiratore di tutti i tempi? La superstar dei Golden State Warriors Stephen Curry ha appena stabilito il record di tutti i tempi per il maggior numero di tiri da tre punti martedì sera – nientemeno che al Madison Square Garden – e in questo momento, molti lo considerano il tiratore di GOAT.

Se chiedi alla star di Warriors in persona, è assolutamente fiducioso di poter porre fine a questo dibattito dopo il suo leggendario traguardo di martedì. Quando gli è stato chiesto se credeva di essere davvero il tiratore di GOAT, Curry ha avuto una semplice risposta di quattro parole (h/t Anthony Slater di The Athletic):

«Ho avuto quel bambino», ha detto Curry con enfasi.

Curry ha quindi proceduto a uscire drammaticamente dall’intervista subito dopo aver risposto alla domanda caricata. Questo è stato il momento perfetto per la caduta del microfono per lo stallone dei Warriors dopo aver ottenuto uno dei riconoscimenti personali più sorprendenti nella storia di questo sport.

Sapevamo tutti che sarebbe successo da molto tempo ed eravamo ben consapevoli delle celebrazioni che ne sarebbero derivate. Tuttavia, questo non ha tolto nulla a quanto davvero epico sia stato quel momento sia per Stephen Curry che per noi fan.

A questo punto, anche personaggi come Ray Allen e Reggie Miller sarebbero felici di concedere il titolo di sparatutto GOAT alla star dei Warriors.

L’audace presa di Jrue Holiday di Andre Iguodala avrà sicuramente l’approvazione di Kevin Durant

L’attaccante dei Golden State Warriors Andre Iguodala ha fatto notizia negli ultimi tempi, ma non per il suo gioco in campo. In un’intervista con Sam Amick di The Athletic, Iguodala ha sottolineato quanto sia bravo a credere che Jrue Holiday sia sulla difensiva.

Durante l’intervista, l’attaccante dei Warriors Andre Iguodala afferma che Jrue Holiday è enormemente sottovalutato e che dovrebbe essere un 3 volte vincitore del premio Defensive Player of the Year.

“Puoi scriverlo. Jrue Holiday dovrebbe avere tre Difensori dell’anno (premi) e dovrebbe essere All-Defensive della prima squadra negli ultimi nove anni.

Vincere tre Difensori dell’anno Awards è molto, ma affermare che dovrebbe essere All Defense della prima squadra negli ultimi nove anni consecutivi, che parla davvero di quanto sia alto il rispetto che Iguodala dei Warriors tiene a Holiday. Quando è stato pressato sulla questione, ha portato Kevin Durant nella conversazione.

non mi interessa. Puoi chiedere: chi è il miglior marcatore del campionato? Chi è il marcatore più dotato nella storia del basket… Chiedi a (Durant) chi è la guardia più dura – chi è il ragazzo che gli dà il momento più difficile…
E Kevin Durant è tipo, «Yo, Jrue Holiday è diverso». Vedi cosa è successo (con il Team USA) alle Olimpiadi quando Jrue Holiday è arrivato? Ma io sono pazzo, vero?»

L’Atletico ha pubblicato le risposte sui social media.

Qualsiasi fan sfegatato dell’NBA sa quanto Jrue Holiday sia bravo in fase difensiva. Ha piedi veloci, può stare davanti a quasi tutti e ha un grande istinto. Ma la sua fisicità è davvero ciò che lo separa. Nell’NBA di oggi, dove tutti hanno le maniere, è diventato molto difficile rallentare i playmaker dopo il dribbling.

Holiday è l’unico ragazzo su cui puoi contare per rinchiudere qualcuno. Anche mentre ha lottato durante le finali NBA in modo offensivo, dall’altra parte del campo si stava dando da fare. Porta l’energia e l’intensità necessarie per dominare ogni notte.