Timberwolves All-Star Karl-Anthony Towns usa Giannis Antetokounmpo come sfondo in una notte da record

Karl-Anthony Towns e Minnesota Timberwolves sono andati per lo più sotto il radar in questa stagione. La squadra ha tenuto tranquillamente il sesto posto nella Western Conference, che è un enorme miglioramento rispetto allo scorso anno. Towns è anche un All-Star quest’anno ed è stato uno dei migliori big del campionato.

Contro i Milwaukee Bucks senza Giannis Antetokounmpo, Karl-Anthony Towns ha mostrato i suoi muscoli All-Star. L’attaccante dei Timberwolves ha segnato 25 punti insieme a 11 rimbalzi e cinque assist. Nelle ultime tre partite, Towns ha segnato 115 punti (inclusa una sessantina di bombe di pochi giorni fa), che è un record di franchigia dei T-Wolves.

https://twitter.com/Timberwolves/status/1505345080189599745

Se Towns avesse giocato in questo modo qualche anno prima, sarebbe stato considerato il miglior pezzo grosso del campionato oggi. La sua miscela di tiro da tre punti e dominio interno è diversa da qualsiasi cosa abbiamo visto prima. Tuttavia, il picco della stella di Timberwolves ha coinciso con il picco di Joel Embiid, Nikola Jokic e Antetokounmpo. A causa di quei tre, Towns è stato escluso dai colloqui.

Questo, ovviamente, non significa che non sia bravo. Tutt’altro, in realtà: in questa stagione, il centro di Timberwolves si è preso la responsabilità di essere il leader della squadra. È stato molto più vocale e il suo gioco stellare sul campo aiuta a consolidare il suo status di alfa. Potrebbe non raggiungere mai le vette dei tre ragazzi sopra menzionati, ma Towns può assolutamente avvicinarsi a loro.

I Timberwolves sono tutt’altro che serrati per raggiungere i playoff a questo punto. Quello che Towns e la squadra vogliono, però, è garantire un sesto posto o un piazzamento superiore. Se lo fanno, eviteranno di essere eliminati all’inizio del volatile torneo play-in.

L’audace dichiarazione di Anthony Edwards sulla squadra «spaventosa» dei Timberwolves

I Minnesota Timberwolves hanno battuto la Western Conference prima della pausa All-Star e stanno cercando di continuare a giocare a basket nella seconda metà della stagione. Anthony Edwards non ha dubbi sulla sua squadra e giovedì ha fatto un’affermazione audace mentre era su SiriusXM NBA Radio. Edwards ha dichiarato che i Timberwolves sono la squadra in Occidente che «nessuno vuole vedere», arrivando al punto di spiegare in dettaglio il motivo per cui è così.

Edwards ha spiegato che i Timberwolves sono una tale minaccia a causa del loro potere stellare. Ognuno di Edwards, D’Angelo Russell o Karl-Anthony Towns potrebbe esplodere per 30 punti in una data notte, con gli altri due che perdono comodamente oltre 20 punti ciascuno.

«Sono super fiducioso nella mia squadra e penso che siamo la squadra in Occidente che nessuno vuole vedere», ha detto Edwards. «Abbiamo quella squadra tranquilla, super talentuosa… non sai cosa farai in una data notte… Penso che sia per questo che siamo spaventosi.»

I Timberwolves siedono attualmente al settimo posto in Occidente con 31-28. Hanno vinto sette degli ultimi 10 diretti alla pausa All-Star e hanno completamente cancellato il loro pessimo inizio di stagione, rimanendo saldamente nella corsa ai playoff. Edwards è stato perfetto con la sua analisi della sua squadra, poiché le difese sono costrette a concentrarsi molto su tutti e tre se stesso, Towns e Russell, poiché qualsiasi membro del trio potrebbe saltare fuori per una notte enorme in un dato momento.

In questa stagione, Edwards ha una media di 21,9 punti, 4,8 rimbalzi, 3,6 assist e 1,5 palle rubate a partita, mentre consuma una media di 3,1 3 con una clip del 35,5%.